Home » Tra la trasgressione e lamore: Il peccato che ti provoca orgasmi by Helena
Tra la trasgressione e lamore: Il peccato che ti provoca orgasmi Helena

Tra la trasgressione e lamore: Il peccato che ti provoca orgasmi

Helena

Published February 8th 2014
ISBN :
Kindle Edition
137 pages
Enter answer

 About the Book 

Il bisogno del vivere e nellindole umana.. la trasgressione e invece quella forza che ti spinge, qualora avvolta dalla passione a fare cose impensabili... ad affrontare situazioni immerse in paesaggi strani ma ti rimangono legati da ricordi fattiMoreIl bisogno del vivere e nellindole umana.. la trasgressione e invece quella forza che ti spinge, qualora avvolta dalla passione a fare cose impensabili... ad affrontare situazioni immerse in paesaggi strani ma ti rimangono legati da ricordi fatti di odori e sensazioni...... Io ne ho fatti... ne faccio..... e tutto per una donna che non sara mai mia, per una donna bellissima, per un amante ideale che mostrando senso di discrezione e maturita non ha mai cercato niente consapevole dei suoi limiti, consapevole dei miei. Questa e vita, la vivo e la vivro.. non ne posso fare a meno. Mi riempie costantemente, mi completa nel rapporto monotono di un matrimonio ormai spento.. matrimonio che non puoi cancellare. Quindi cosa rimane di questa vita. La passione che arde dentro e non vuole spegnersi mai. Questo cerco, questo voglio, perche esiste... Brava! Questo ho capito leggendo questo racconto, ma forse è solo la mia vita.Quante persone si sentono sè stesse quando leggono i tuoi racconti. Si sentono più libere- solo che non hanno il coraggio di ammetterlo.. per cosa ? Il giudizio degli altri.. I momenti che racconti danno un senso di libertà.. p.s. AL RISTORANTE è, a dir poco, FANTASTICO. PENELOPESi ti chiedo se siano solo pensieri, ma non importa, so che non lo sono o non tutti, sicuramente scrivi di cose vissute se non tutte personalmente da te, da persone che conosci. E bello quello che fai sentire alle persone che ti leggono. Nei bassofondi del cuore credi morto il piacere, mostri ventre, gambe e tette alla luna, confondi i miei occhi col tuo chiarore,credi di avermi ferito, colpito, straziato, sbagli non una ma mille volte sui miei sentimenti,che puri non sono e chiedo di vederti ancora, più nuda, più vera, sappi non vedo differenza la fica e borghese o popolana, importa soltanto se sarà puttana... ciao francesco. CAPITANOUNCINOTremendamente eccitante!!! E così difficile trovare parole che esattamente descrivano quello che provoca dentro di me ogni tua frase che....vedi? non ci sono parole. trovo molto interessante e di classe il tuo racconto, così mi lusinghi. GIANLUCALaltra faccia dellerotismo. Deliziosa Signora anche se Le riconosco una capacità di prosa degna di una mente superiore alla norma, mi permetto di farLe una piccola critica.Ed è questa: Laltra faccia dellerotismo è anche gioia ed esplorazione. Dove lesplorazione è intesa come ricerca dellaltro e di noi stessi. In ogni Suo racconto che io ho letto ho trovato ad onor del vero profonde verità, che fotografano solitudini che cercano ostinatamente di avvinghiarsi allAMORE. e lunica verità che emerge al di là di ogni episodio altamente stimolante ed eccitante, è che la sola ancora di salvezza x ogni essere umano è lAMORE. Con ammirazione Le porgo una supplica. Scriva come può la sessualità, lerotismo, lAMORE sfociare in una esplosione di GIOIA di VIVERE. Un Dolce Bacio sul Suo collo. ALEXIl ritmo la fa da padrone, e con questo il raccontare assume altra dimensione, a prescindere dalla storia che quasi passa in secondo piano. Carlo RErotismo garbatoe sempre a metà, tra il desiderio, la sofferenza e la non espansione completa.Forse è questa la chiave?Non so.Ben ritrovata.E felice di trovarti la stessa- davvero. Manùbello... ed eccitante, davvero ben scritto, ricco anche dal punto di vista lessicale. YOEComplimenti, scrivi benissimo!Fa venire la curiosità di sapere il dopo...